DIOCESI CATANZARO SQUILLACE

Arcidiocesi Squillace

Chiesa Cattedrale dell’Assunta e dei Santi Pietro e Paolo.

Edificio di culto eretto agli inizi del secolo XII, consacrato nel 1121, ricostruito nei primi anni del secolo XVI ad opera di architetti e maestranze campani, restaurato nel 1665, distrutto dal terremoto del 1783, rifatto in pił eletta forma e in stile neoclassico nel secolo XIX, su progetto di Emanuele Paparo, nuovamente abbattuto dai bombardamenti aerei del 1943, e ricostruito, con maggiore monumentalitą, nel 1960, su progetto dell’architetto Domestico. Nell‘atrio, a destra, Madonna col Bambino, pregevole gruppo statuario marmoreo bizantineggiante, scolpito a tutto tondo e a complete figure, su base decorata, iscritta e datata anno 1595, opera tardorina-scimentale di seguace di Antonello Gagini.

Cattedrale con vasto interno a croce latina, a tre navate divise da pilastri marmorei, di stile neoclassico; soffitto a cassettoni. Fra le dotazioni del tempio: l’Assunta, statua marmorea scolpita a tutto tondo e a figura, opera settecentesca di bottega meridionale; Madonna del Soccorso, icona bizantineggiante d’autore ignoto; Sacra Famiglia, tela ottocentesca di D. Augimeri; l’Assunta, manierato affresco absidale, opera settecentesca di pittore municipale; Madonna con San Gaetano Thiene, tela settecentesca di scuola napoletana; il Sangue di Gesł Cristo, pala d’altare dipinta ad olio su tela, opera di V. Di Tommaso da Squillace, datata anno 1770 (nella Cappella della navata sinistra); Battistero rivestito in marmo giallo rea-le e verde antico di Grecia, e impreziosito da artistici mosaici figurati veneziani (opera baroccheggiante del Mazzei); presepi settecenteschi, con pastori in terracotta e cera (nella Cappella di San Vitaliano); argenterie varie (nel tesoro del Capitolo).